Earn money by answering our surveys

Register now!

Patrick Roger: negozi e un’esperienza cliente eccezionale

Earn up to 50€ by participating in one of our paid market research.

Register now!

Sono un grande fan dei negozi di cioccolato di Patrick Roger e ho spiegato qui il loro potere di marketing. Per la festa della mamma ho avuto l’opportunità di organizzare un servizio fotografico in 4 dei più bei punti vendita parigini del brand: Rennes, Saint-Sulpice, Saint-Germain e Sèvres.

Queste foto illustrano i 2 capisaldi della strategia di marketing di Patrick Roger:

  • punti vendita tutti diversi tra loro e la cui estetica amplia la customer experience
  • vetrine che cambiano regolarmente ma mantengono caratteristiche comuni

Prima di approfondire i punti vendita, vorrei ringraziare l’ufficio marketing e comunicazione di Patrick Roger per il supporto. Ringrazio inoltre i gestori dei negozi per la professionalità esemplare e l’orientamento al cliente.

Sommario


Consistenza tonale

Se hai l’opportunità di visitare i negozi di Patrick Roger, una cosa ti colpirà inevitabilmente: l’atmosfera.

Tutti contrastano fortemente tra il nero, onnipresente e il verde, il colore preferito del produttore di cioccolato. Questo forte contrasto si adatta a questo marchio grazie al suo posizionamento di fascia alta. Possiamo parlare di un elemento essenziale del marketing mix (P de “Place”), che partecipa alla riconoscibilità del marchio.

Questa ricerca estetica è interessante anche perché il packaging porta solo un tocco green.

La confezione porta un “ritmo” composto da tocchi in uno spazio rettilineo.

Il punto vendita diventa una vera e propria vetrina del prodotto. È pulito, ordinato e invariabilmente attraente.




Il desiderio e le emozioni sono leve che devono essere attivate all’interno del punto vendita e in vetrina.


Vetrine spettacolari

Un altro elemento importante del marketing mix che ho affrontato in questo articolo è la natura spettacolare delle vetrine. A Patrick Roger piace mostrare la sua maestria nel prodotto creando opere su larga scala. Esposti in vetrina, fungono da calamite per i clienti. Questa strategia di marketing ripaga perché l’atto di acquisto può essere realizzato solo se il cliente entra nel negozio.

I rivenditori indubbiamente sottosfruttano questa opportunità progettando vetrine che non diano desiderio. Desiderio ed emozioni sono leve da attivare non solo all’interno del punto vendita ma anche in vetrina.


Lo spazio di presentazione centrale, la “firma” di Patrick Roger

L’area espositiva centrale è essenziale per il design del negozio di Patrick Roger. Penso che troppo poche persone ci prestino attenzione, quindi ho voluto dedicarvi un paragrafo.

La prima volta che sono entrato in un negozio Patrick Roger è stato a Bruxelles. Già allora mi colpì questo lungo tavolo espositore. Era diverso da qualsiasi cosa avessi visto altrove. Quando ho avuto modo di visitare altri punti vendita, ho capito le loro specificità. Ogni negozio è unico, e questo tavolo espositore è concepito come un pezzo unico da Patrick Roger, come un vero oggetto d’arte.

Patrick Roger Bruxelles

Nel negozio Patrick Roger di Bruxelles (chiuso oggi), c’era un notevole spazio espositivo centrale che ho ammirato.

Quelle di rue de Rennes e Boulevard Saint-Germain hanno un'”architettura” piuttosto classica, ma quelle di Place Saint-Sulpice e di Rue de Sèvres sono eccezionali.

Negozio Patrick Roger, Place Saint-Sulpice

Il negozio Patrick Roger in Place Saint-Sulpice è curato in uno stile piuttosto “grezzo” (pavimento e scale in cemento). Grandi lastre di metallo sono attraversate da liane che sfuggono sorreggendo due vassoi di vetro, tra i quali vengono presentati gli incredibili cioccolatini di Patrick Roger. Il tavolo al centro è straordinario e le foto difficilmente gli rendono giustizia. Ho provato a fotografarlo dal basso per dare l’impressione di un “giardino straordinario”.

Patrick Roger place Saint-Sulpice

Al centro del negozio Patrick Roger in Place Saint-Sulpice si trova una scultura che funge anche da spazio per mostrare i cioccolatini.

Negozio Patrick Roger, Rue de Sèvres

Il negozio Patrick Roger in Rue de Sèvres è stato aperto nel 2021. Il suo stile è un po’ diverso dagli altri. Il trattamento è ancora basato su sfumature di nero punteggiate dal verde, ma il ritmo è diverso. Non ha il ritmo orizzontale stampato altrove attraverso la confezione verde.

patrick roger rue de Sèvres

Il negozio Patrick Roger in rue de Sèvres.

Patrick Roger è stato ispirato per questo punto vendita da un viaggio in Madagascar. Lamiere corrono lungo le pareti e una strana struttura sostiene il ripiano centrale in vetro. Ogni “piede” sembra composto da un frutto gigante intrappolato in un groviglio di viti. Quando osservi da vicino questa struttura, scopri i dettagli, comprese centinaia di piccole scimmie che emergono dal terreno. L’effetto sta prendendo piede.

Patrick Roger rue de Sèvres

Particolare del piano sottostante lo spazio espositivo della boutique Patrick Roger in rue de Sèvres.


Conclusione: cosa tenere a mente quando si progetta il proprio punto vendita?

Attraverso questo articolo, ho voluto mostrare il potenziale di creazione e innovazione nel mondo del retail. L’esempio dei negozi Patrick Roger ne è l’esempio perfetto:

  • un messaggio di marketing coerente (posizionamento di fascia alta riflesso nel design degli interni)
  • un carattere unico di ogni punto vendita riflesso dalle variazioni attorno allo stesso leitmotiv (colore, elementi centrali)

Questa forte identità è, a mio avviso, una fonte di attrazione per i clienti perché stimola i loro sensi e la loro curiosità. L’unicità di ogni negozio e, allo stesso tempo, i loro punti in comune migliorano la leggibilità dell’insieme. Questa leggibilità è simile a un’altra tecnica di vendita al dettaglio descritta in questo articolo, che crea coerenza e voglia di acquistare.

Spero che questo articolo e le sue immagini ti ispirino e ti mostrino che è ancora possibile innovare nella vendita al dettaglio. Fai come Patrick Roger e lascia che la tua personalità si esprima per differenziarti. È solo attraverso la differenziazione che la salvezza dei negozi fisici oggi è possibile.

 

 

 

 

 

Tag:

Author: Pierre-Nicolas Schwab

Pierre-Nicolas ha un dottorato in marketing e dirige l'agenzia di ricerche di mercato IntoTheMinds. I suoi principali campi di interesse sono BigData, e-commerce, commercio locale, HoReCa e logistica. È anche un ricercatore di marketing all'Université Libre de Bruxelles e serve come coach e formatore per diverse organizzazioni e istituzioni pubbliche. Può essere contattato via email, Linkedin o per telefono (+32 486 42 79 42)

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *