26 Gennaio 2023 910 parole, 4 lettura minima Ultimo aggiornamento : 3 Dicembre 2023

Visita e analisi di flasghip store Lacoste sugli Champs-Elysées

Di Pierre-Nicolas Schwab Dottorato di ricerca in marketing, direttore di IntoTheMinds
Il flagship store Lacoste ha aperto nella primavera del 2022 al 50 Avenue des Champs-Élysées a Parigi. Lacoste occupa uno spazio d’angolo commerciale che si estende su 1600m². L’intero universo del marchio del coccodrillo è stato reinventato con alcune interessanti […]

Il flagship store Lacoste ha aperto nella primavera del 2022 al 50 Avenue des Champs-Élysées a Parigi. Lacoste occupa uno spazio d’angolo commerciale che si estende su 1600m². L’intero universo del marchio del coccodrillo è stato reinventato con alcune interessanti novità di marketing. L’apertura di questo flagship store fa parte del piano di sviluppo del marchio sin dalla sua acquisizione nel 2012 da parte di MF Brands. Seguici per un’analisi di questa location unica e della sua customer experience.

Contattaci per la tua analisi della customer experience

Lacoste in cifre

  • 90 anni: il marchio è stato creato nel 1933 da René Lacoste
  • 2,2 miliardi di euro di fatturato entro il 2022
  • Il 19% delle vendite viene effettuato negli Stati Uniti, il 18% in Francia
  • 4 miliardi di euro: l’obiettivo di vendita al 2027
  • 30%: la quota dell’e-commerce sulle vendite del brand
  • 1600 m²: la superficie del flagship store sugli Champs-Élysées
  • 9.500: il numero di capi presentati nel flagship store degli Champs-Élysées
  • 1.000 mq: la superficie del flagship store londinese che aprirà a febbraio 2023 in Regent Street.
flagship store Lacoste Paris Champs-Elysées

La spettacolare vetrina del flagship store Lacoste si trova all’angolo tra gli Champs-Élysées e la rue du Colisée.

Lacoste è presente sugli Champs-Élysées da molto tempo. Il negozio precedente, situato dall’altra parte della strada (al civico 95), aveva una superficie di vendita di 400 mq. Il 20 maggio 2022, il marchio del coccodrillo si è trasferito in un nuovo spazio commerciale 4 volte più grande. Questa apertura ne preannuncia altre: nel febbraio 2023 a Londra prima di una possibile terza apertura in Cina.


Flagship store Lacoste: customer experience su 3 livelli

La prima impressione del flagship store Lacoste è che è grande. Molto grande. La customer experience è distribuita su 3 livelli secondo uno schema abbastanza classico. Gli universi sono chiaramente definiti (sneakers, uomo, donna, bambino, ecc.).

L’esperienza del cliente può iniziare in 2 modi. O da destra, rimanendo al livello della strada, o prendendo le scale direttamente al livello successivo. Non sarai sorpreso di leggere che la stragrande maggioranza dei clienti inizia la visita al negozio al livello della strada e la termina scendendo le scale. Queste scale fanno paura. Sono molto intimidatorie.

L’ampia superficie del negozio permette di presentare l’intero universo del marchio. Ciò è tanto più importante dal momento che Lacoste ha riacquistato quasi tutti i diritti sui prodotti precedentemente concessi in licenza.

flagship store Lacoste Paris Champs-Elysées

La scala è molto intimidatoria e nessuno la usa per salire al primo piano.


Flagship store Lacoste: proiezioni e piastrelle LED

Il flagship store fa un grande uso della tecnologia video, inclusi due impressionanti “tunnel” video. In uno di essi avviene una proiezione animata sul pavimento; nell’altro è una proiezione video che sintetizza lo spirito del brand. È abbastanza coinvolgente ed energizzante e corrisponde bene all’immagine “giovane” ricercata dal 2012.

flagship store Lacoste Paris Champs-Elysées

Uno dei 2 tunnel video.

La creazione di questi tunnel ha soddisfatto anche un imperativo architettonico (collegare 2 parti del negozio) e si è trasformata in un elemento della customer experience. Il tunnel dovrebbe rappresentare l’ultimo momento di concentrazione per l’atleta prima di entrare in campo. Il campo (da tennis) è anche l’arena moderna, e non vi sarà sfuggito che il fiore all’occhiello di Lacoste si chiama Arena.


Personalizzazione dei prodotti Lacoste

Come in quasi tutti i grandi flagship store di marchi sportivi (vedi l’esempio di Lego), anche Lacoste ha un laboratorio di personalizzazione. Situato all’ultimo piano, offre molteplici possibilità, tra cui la scelta del proprio coccodrillo. Il marchio si è ispirato a proporre una vasta gamma di coccodrilli nei colori di diversi paesi. A 10€ a coccodrillo, è un piccolo piacere che genera un grande margine.

Il laboratorio è lì per rendere unico il tuo prodotto e, come vedrai, le combinazioni sono infinite per differenziarti.

flagship store Lacoste Paris Champs-Elysées

Puoi scegliere il coccodrillo che ti piace di più.


Flagship store Lacoste: il carosello di polo Lacoste

E poi c’è il carosello di polo Lacoste. L’idea è geniale, con un tocco di tecnologia che farà fermare il cliente. Dalla creazione dell’iconica polo nel 1930, molte varianti sono state aggiunte alla linea da quando Maus Frères ha rilevato il marchio nel 2012. Per aiutare il cliente a navigare attraverso di esse, questo carosello è perfetto. Un’interfaccia di configurazione è disponibile su un touch screen. Una volta selezionata la polo Lacoste dei tuoi sogni, attiva il carosello e la tua maglietta arriverà.

Il dispositivo ha un grande effetto. È molto divertente e ti dà una buona idea della gamma.

flagship store Lacoste Paris Champs-Elysées

La giostra del polo Lacoste si trova in cima alla grande scalinata. Peccato che si trovi poco prima dell’uscita perché è molto originale e invita a scoprirlo.


Per concludere

Il nuovo flagship store Lacoste è notevolmente più grande di quello precedentemente installato dall’altra parte degli Champs-Elysées. Alcuni critici si sono lamentati del fatto che le dimensioni siano troppo grandi per la gamma di prodotti. Non abbiamo avuto questa impressione.

Ciò che abbiamo trovato più fastidioso, tuttavia, è stata la strana esperienza del cliente. Le scale intimidiscono e non incoraggiano ad andare direttamente al piano superiore. Un altro spazio nel seminterrato (la “camera degli ospiti”) non ha una funzione definita nell’esperienza del cliente (e non era accessibile durante la nostra visita). Viene da chiedersi perché a loro sia stato riservato uno spazio del genere.

In breve, solo alcune cose sono perfette, ma abbiamo trovato l’esperienza del cliente molto dinamica e in linea con il ringiovanimento del marchio dalla sua acquisizione da parte di MF Brands. Il personale è affascinante e ti godrai una visita la prossima volta che sarai a Parigi.



Posted in Marketing.

Pubblica la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *