Earn money by answering our surveys

Register now!

Lego store New-York: personalizzazione e phygital all’ordine del giorno

Earn up to 50€ by participating in one of our paid market research.

Register now!

Il Lego Store sulla 5th Avenue a New York è stata la sensazione di vendita al dettaglio dell’estate 2021. Ha aperto il 24 giugno 2021, ai piedi del Rockefeller Center. Non è il primo negozio Lego (si veda, ad esempio, il nostro articolo su quello di Londra) ma probabilmente il più “esperienziale“.

Comprende anche diversi nuovi elementi che aumenteranno le vendite medie e riempiranno ulteriormente le casse di Lego.

Seguiteci per un tuffo nel nuovo flagship store Lego con il nostro reporter in loco, Olivier Delangre, CEO di Amoobi.


Monumentale e a immagine di New York (e degli Stati Uniti)

Tree Of Discovery Lego Store New-York

La realizzazione più monumentale nel negozio Lego di New York è l'”Albero della Scoperta”. È composto da 880.000 mattoni!

Ogni negozio Lego si affida a realizzazioni giganti per stupire i visitatori. L'”Albero della Scoperta” (molto imponente con i suoi 880.000 mattoni).

Queste realizzazioni giganti sono generalmente realizzate per adattarsi al luogo in cui si trova il negozio Lego. Troveremo il Tower Bridge a Londra e l’Arco di Trionfo a Parigi. Il Lego Store di New York non fa eccezione alla regola, con la Statua della Libertà (le cui scatole da costruzione sono usate come souvenir), un gigantesco taxi giallo su cui salire, l’Empire State Building e molti altri (la riproduzione di Times Square in mattoncini Lego è particolarmente impressionante).

Lezione N°1: adattare il più possibile i prodotti all’ambiente circostante


Lezione n°2: capire il profilo dei clienti (in questo caso turisti) per vendere loro quello che vogliono (souvenir)



Laboratori di personalizzazione Lego

Lego store new york

Lo studio di personalizzazione Lego è una delle parti più emozionanti del flagship store di New York.

Il negozio Lego di New York moltiplica anche i laboratori di personalizzazione. Il processo è un genere classico (si trova, per esempio, anche nei flagship store Nike o American Eagle), ma qui assume una nuova dimensione.

Troverete lo “studio di personalizzazione”, che include 2 nuove esperienze: in primo luogo, un laboratorio di “mosaico”, ti consente di scattare una foto di sé stessi e convertirla in una versione “pixellata” sui mattoncini Lego; poi una fabbrica di mini statuine che permetterà di creare una statuina Lego personalizzata invece di assemblare pezzi esistenti.

Lezione n°3: personalizzare l’esperienza in modo che il cliente si senta “speciale” e possa prendere possesso (in senso figurato e letterale) del prodotto

Un’esperienza phygital

Lego store new york

L’esperienza del negozio Lego di New York è resa phygital grazie ai numerosi touch screen e al “laboratorio” (Brick Lab), che permette di vivere un’esperienza virtuale.

L’esperienza phygital inizia appena si entra nel negozio con un touch screen per adulti (che sono i benvenuti… visto che sono loro che tireranno fuori il portafogli alla fine della visita 🙂)

Il Lego Brick Lab è l’ultima esperienza phygital in Lego poiché trasforma un elemento naturale (la propria creazione Lego che si può scansionare) in un componente virtuale che si può animare sui touch screen. Si può decidere l’espressione del personaggio grazie a uno schermo interattivo che riproduce le espressioni del tuo viso. L’effetto è sbalorditivo. Per apprezzarlo, potete dare un’occhiata al video qui sotto.

 

Olivier Delangre AmoobiIl parere di Olivier Delangre, CEO di Amoobi.

Sono uno di quegli adulti che, di tanto in tanto, si rilassano assemblando un modellino Lego per adulti. Quindi, la visita al loro flagship store è stata per me un must. Mi ha subito colpito la presenza di modelli adulti (Creatore, tecnico, architetto) dall’ingresso. Prova, se necessario, che il cliente Lego non è solo un bambino! Ci sono anche diversi modelli Lego giganti al primo piano, come questo taxi a grandezza naturale o diversi monumenti iconici di New York. Molto impressionante.

L’ispirazione retail più interessante è al secondo piano. Vengono proposte diverse esperienze di personalizzazione. Si può creare il proprio personaggio (alcuni elementi possono essere costruiti davanti ai tuoi occhi) o creare un mosaico Lego basato sulla propria foto. Lego sta giocando duro sull’esperienza unica che gli permetterà di associare un ricordo molto positivo al marchio Lego. Anche se non tutti i marchi hanno il capitale di simpatia di Lego, è una fonte di ispirazione per tutti i marchi ridefinire come creare un legame unico con i suoi clienti esistenti e futuri.

 

Tag:, ,

Author: Pierre-Nicolas Schwab

Pierre-Nicolas ha un dottorato in marketing e dirige l'agenzia di ricerche di mercato IntoTheMinds. I suoi principali campi di interesse sono BigData, e-commerce, commercio locale, HoReCa e logistica. È anche un ricercatore di marketing all'Université Libre de Bruxelles e serve come coach e formatore per diverse organizzazioni e istituzioni pubbliche. Può essere contattato via email, Linkedin o per telefono (+32 486 42 79 42)

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *