Earn money by answering our surveys

Register now!

B2B2C: i suoi 5 principali vantaggi e 5 esempi concreti

L’approccio B2B2C delle aziende consiste nel mettere insieme aziende e clienti. Combina attori B2B e B2C per sviluppare operazioni di marketing con molteplici vantaggi. I brand utilizzano questo metodo per creare valore, aumentare la propria notorietà o realizzare economie di scala. Per questo motivo, molte aziende hanno già adottato il B2B2C per raggiungere un pubblico più ampio e aumentare i propri profitti. Questo articolo si propone di spiegare come funziona questa strategia di marketing prima di spiegarne i vantaggi ed elencare 5 casi di aziende che hanno adottato questo modello. Tra questi troviamo Google, Facebook e Amazon.

Contattaci per la tua ricerca B2C


Sommario


Cosa è il B2B2C?

B2B2C, o business-to-business-to-consumer, consente a un marchio di diventare un intermediario tra aziende e clienti. Questo marchio fornisce prodotti/servizi ai consumatori e genera entrate dalle parti interessate della sua piattaforma digitale B2B2C. In definitiva, questo approccio fa riferimento a una forte collaborazione tra gli stakeholder per co-creare valore (Mingione, M. & Leoni, L., 2019). Agisce su diversi assi che sono:

  • Interdipendenza
  • approccio diretto
  • fiducia tra partner
  • allineamento strategico
  • scalabilità del marketing operativo
  • condivisione della conoscenza.

definizione B2B2C

Molte aziende utilizzano questo tipo di piattaforma. Infatti, queste piattaforme ci consentono di continuare a operare come B2B o B2C adottando contemporaneamente un approccio B2B2C. Questa semplificazione del contatto tra clienti e aziende avviene in diversi modi:

  • Commercializzare un’offerta B2B/B2C: piattaforme di e-commerce come Amazon o Shopify sono buoni esempi. Le aziende possono creare negozi online e vendere i propri articoli direttamente ai clienti.
  • Strumenti specifici della piattaforma B2B2C: nella maggior parte dei casi, questi servizi velocizzano il contatto con il target marketing. CRM, automazione del marketing e sistemi di elaborazione dei pagamenti sono esempi.
  • Migliore trasmissione delle informazioni: le aziende possono ora raccogliere più facilmente il feedback dei clienti; è anche l’occasione perfetta per condurre le loro ricerche di mercato online. I clienti, invece, sono più facilmente informati sui dettagli delle offerte delle aziende a cui sono interessati.

5 vantaggi principali del B2B2C

Di seguito, esaminiamo i principali vantaggi proposti dagli approcci B2B2C. Ce ne sono 5 e consentono, tra le altre cose:

  • Risanare le finanze
  • Proporre una migliore esperienza del cliente
  • Aumentare la notorietà del marchio
  • Semplificare la diversificazione di un’azienda
  • Avere una proposta di valore più interessante

Approfitta della nostra esperienza di marketing per analizzare la notorietà del tuo marchio



Ripulire le finanze di un’azienda

Le piccole aziende hanno molto da guadagnare con il B2B2C! Possono vendere attraverso un mercato. In questo modo possono evitare la creazione di un punto vendita digitale. In tal modo, le strategie B2B2C aiutano le finanze di un’azienda. Ciò avviene in diversi modi:

  • Aumento delle entrate: la causa è la più ampia base di clienti proposta dalle piattaforme B2B2C
  • Più flussi di entrate: i brand moltiplicano i propri canali di vendita e possono raggiungere un target di mercato prima irraggiungibile
  • Aumento della redditività: è abilitato dalle economie di scala precedentemente realizzate. Inoltre, i bassi costi di marketing e di prospezione delle vendite sono fattori significativi di redditività

Migliora l’esperienza del cliente con B2B2C

I mercati B2B2C avvantaggiano il cliente finale, di fronte al campo competitivo solitamente presente tra offerte simili. In effetti, le spese coinvolte sono inferiori rispetto alle tradizionali società di e-commerce. Osserviamo poi un miglioramento della customer experience, che si manifesta anche con:

  • La presenza di uno sportello unico
  • La perfetta integrazione delle nuove funzionalità della piattaforma B2B2C
  • La personalizzazione del servizio al cliente.
  • L’attenzione al web design per soddisfare al meglio le esigenze degli utenti (Cai, L. et al., 2018).

Spese basse significano prezzi finali più bassi per il cliente!



Aumento della notorietà del marchio

Prendiamo il caso dei marketplace B2B2C. Accumulano molti clienti e offrono numerose opportunità commerciali per i marchi che desiderano affermarsi online. Di conseguenza, le aziende B2B e B2C possono beneficiare di una maggiore notorietà del marchio rispetto a prima. Pertanto, adottare una strategia B2B2C significa beneficiare di vantaggi competitivi significativi, tra i quali troviamo:

  • Esposizione a nuovi potenziali mercati: un pubblico più ampio e nuove collaborazioni con altri brand presenti su queste piattaforme
  • Passaparola online: i suoi effetti positivi sono amplificati dalla pubblicità mirata quando è multicanale e pensata con intelligenza.

Semplificare le strategie di diversificazione

In secondo luogo, la diversificazione dell’attività di un marchio beneficia della spinta fornita dai processi B2B2C. È allora che la linea di fondo migliora ogni anno, grazie a ricavi più elevati e sistematiche economie di scala (Gou L. et al., 2018). In altre parole, questo approccio di marketing ha diverse frecce al suo arco per raggiungere più clienti:

  • Diversificazione e crescente sviluppo del database clienti
  • Espansione in nuove aree di business online
  • Partecipazione a iniziative di marketing digitale (migliorando nuovamente la notorietà del marchio nel processo)

Contattaci per definire la tua strategia di marketing ottimale



Il B2B2C arricchisce la proposta di valore

Infine, il vantaggio finale del B2B2C è la sua propensione a migliorare la proposta di valore di un marchio. Questo approccio di marketing offre alle aziende una gamma più ampia di prodotti/servizi più adatti al loro pubblico. Questo fattore di differenziazione è tanto più efficace quando include i seguenti elementi:

  • Un’esperienza cliente perfetta e integrata
  • Aumento del valore attraverso prodotti/servizi aggiuntivi
  • Rapporti forti e frequenti con i clienti per migliorare il marketing relazionale di un marchio

5 esempi concreti di strategie B2B2C

Infine, questo articolo si conclude presentando 5 esempi di grandi aziende con strategie B2B2C di successo. Ecco gli approcci specifici di Facebook, Amazon, Airbnb, Google e Slack.


Cielo e Facebook

Nel 2012 la collaborazione tra Cielo e Facebook visa collega il social network con i terminali di pagamento. L’azienda brasiliana è l’intermediario di questa mossa B2B2C. L’obiettivo è chiaro: proporre promozioni ai clienti rinnovando i propri acquisti presso i rivenditori aderenti. Con un’interessante proposta di valore per aziende e clienti, la notorietà del marchio è cresciuta. Pertanto, il canale di pagamento sicuro incarnato da Cielo è un buon esempio di strategia B2B2C.

B2B2C Facebook


La strategia B2B2C del Marketplace di Amazon

D’altra parte, un altro esempio da seguire nel B2B2C: Amazon. Siamo interessati qui nel suo Marketplace. Questa piattaforma funge da intermediario tra acquirenti e venditori. Pertanto, questo tipo di piattaforma soddisfa i requisiti di questo approccio di marketing. In effetti, Amazon genera entrate attraverso le vendite di prodotti e le commissioni del venditore. Oggi, questo Marketplace è la destinazione per lo shopping B2B2C più popolare su Internet.


Airbnb e il suo successo mondiale nel B2B2C

Successivamente, l’esperienza del cliente è un fattore di successo senza pari per l’approccio B2B2C di Airbnb. Fluida e accessibile a tutti, la piattaforma gode di un successo globale nell’ospitalità digitale. L’azienda deriva il suo attuale successo dalla sua vasta gamma di viaggiatori e dalle numerose sistemazioni disponibili sulla piattaforma. Ora, la società americana collega privati e aziende attraverso proprietà in affitto. Ultimamente, Airbnb ha persino potuto ampliare la propria offerta selezionando sistemazioni uniche. Alla fine, un servizio clienti efficiente è la ragione di un alto tasso di fiducia da parte di consumatori e proprietari.

B2B2C Airbnb

Tutto sommato, Airbnb deve il suo successo ai suoi sforzi per una migliore esperienza del cliente: più affidabile e sempre più facile per tutte le parti. (fonte: Shutterstock)


Google Ads

Lo strumento marchiato Google mette in vendita spazi pubblicitari sul motore di ricerca Google e su altri siti web. Quindi, le aziende sfruttano questa piattaforma per raggiungere meglio il loro target marketing e, quindi, raggiungere più facilmente il loro pubblico tipo. Inoltre, Google Ads è un punto di riferimento perché propone strumenti di monitoraggio per misurare l’efficacia delle campagne di tutti. Inoltre, la consegna di annunci personalizzati agli utenti dei motori di ricerca crea un’esperienza pubblicitaria unica.

B2B2C Google

Google Ads aiuta i brand a comunicare meglio con i propri clienti tipici, personalizzando al tempo stesso l’esperienza del cliente. Questo è un approccio B2B2C come nessun altro (fonte: Pexels)


Slack

Infine, diamo un’occhiata ai servizi di messaggistica collaborativa proposti da Slack. La sua strategia B2B2C differisce dalle sue controparti in diversi modi destinati sia alle aziende che ai privati:

  • I suoi vari usi: è possibile connettersi sulla piattaforma e interagire con colleghi o clienti. Gli individui possono comunicare con i propri contatti.
  • L’organizzazione di conversazioni: Le diverse scelte di messaggistica e gli strumenti per organizzare le conversazioni fanno di Slack il braccio destro per le aziende connesse e ben organizzate.
  • Design smart: il design è intuitivo, mentre il suo servizio clienti è solido. Tutto ciò favorisce il passaparola positivo che si può trovare nelle campagne di marketing advocacy.
B2B2C Slack

L’approccio B2B2C di Slack combina praticità e affidabilità per raggiungere il pubblico aziendale e dei consumatori. (fonte: Pexels)

 

Tag:

Pierre-Nicolas ha un dottorato in marketing e dirige l'agenzia di ricerche di mercato IntoTheMinds. I suoi principali campi di interesse sono BigData, e-commerce, commercio locale, HoReCa e logistica. È anche un ricercatore di marketing all'Université Libre de Bruxelles e serve come coach e formatore per diverse organizzazioni e istituzioni pubbliche. Può essere contattato via email, Linkedin o per telefono (+32 486 42 79 42)

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *