Earn money by answering our surveys

Register now!

Marketing 360: definizione, esempi, piano d’azione [Guida 2022].

Earn up to 50€ by participating in one of our paid market research.

Register now!

Il marketing a 360 gradi è una strategia di comunicazione che si basa su tutti i canali rilevanti per il marchio. Pertanto, attraverso un approccio di marketing a 360 gradi, è necessario individuare e attivare tutti i canali di comunicazione per raggiungere prospect e clienti. In questo articolo troverete un tableau completo di tutti i mezzi di comunicazione secondo gli obiettivi perseguiti. Se non conoscete il marketing 360, date un’occhiata al nostro piano di marketing 360 in 5 fasi.


Sommario


Marketing 360: definizione

L’idea del marketing 360 è quella di comunicare in tutte le direzioni, vale a dire di raggiungere clienti e prospect dove si trovano utilizzando i canali di comunicazione appropriati. L’obiettivo del marketing 360 è aumentare la notorietà della propria azienda. Con un piano di marketing a 360 gradi, rendete consapevoli i vostri potenziali clienti che ci siete e consentite loro di contattarvi. Questo si chiama marketing in entrata. Sono i clienti che ti contattano.

Tuttavia, l’implementazione di un piano di marketing a 360 gradi richiede contenuti da distribuire e, soprattutto, argomenti potenti da proporre. Dovrete promuovere la vostra USP (Unique Selling Proposition) e la vostra differenza.

Contattateci per la vostra strategia di marketing


Come selezionare i canali di comunicazione pertinenti?

La selezione dei canali pertinenti implica la conoscenza dei propri obiettivi. In altre parole, devi avere una foto del proprio cliente ideale. Questo è chiamato il personaggio dell’acquirente.
Dovete anche definire i vostri obiettivi:

  • Consapevolezza: il vostro obiettivo è farvi conoscere e aumentare la vostra consapevolezza?
  • Lead Generation: il vostro piano di marketing a 360 gradi dovrebbe aiutarvi a trovare potenziali clienti?
  • Conversione: il vostro obiettivo è convertire i vosri contatti in clienti fornendo loro le informazioni corrette al momento giusto?
  • Fedeltà: il marketing 360 è un modo per mantenere le relazioni con i clienti esistenti e creare fedeltà?

C’è una varietà insospettata di canali di comunicazione. Per convincervi di questo, guardate gli esempi che abbiamo inserito nel capitolo “promozione” della nostra guida sul marketing mix. Ecco un elenco non esaustivo dei canali o dei metodi più comunemente utilizzati e degli obiettivi che possono raggiungere.

Canale di comunicazione Obiettivi Tipo di arget Spiegazioni
Newsletters Conversione, Lealtà B2B & B2C Le newsletter sono uno strumento molto efficace per mantenere il legame con i tuoi potenziali clienti e fidelizzarli. Funzionano sia nel B2B che nel B2C.
Per fidelizzare bisogna assicurarsi di distribuire contenuti originali ad alto valore aggiunto. In caso contrario, il vostro tasso di apertura e il vostro tasso di clic potrebbero risentirne.
Blog Consapevolezza, Lead Generation B2B & B2C I blog non sono mai stati più rilevanti. Consentono di implementare una strategia di contenuto che andrà a beneficio del vostro SEO. Il segreto per aumentare la vostra visibilità è pubblicare regolarmente (almeno una volta alla settimana). Gli effetti saranno evidenti dopo 12 mesi.
Pubblicità online Lead Generation B2B & B2C La pubblicità online al giorno d’oggi può assumere molte forme. Se i banner non sono più di grande attualità, il focus è invece sulla pubblicità mirata per privilegiare il reclutamento di prospect.
Social media Consapevolezza, Lead Generation Piuttosto B2C La moltitudine di social network richiede un’analisi specifica utilizzando i network più adatti. Oltre alla pubblicità mirata, esistono forme creative di comunicazione in partnership con influencer (vedere qui l’esempio di Rimac).
Television Consapevolezza, Lead Generation B2B & B2C Comunicare in televisione si può fare in diversi modi: pubblicità ovviamente, ma anche product placement o evidenziazione in un reportage.
Radio Consapevolezza, Lead Generation B2C per radio generali
B2B per radio orientate al business
La radio rimane un mezzo importante. Gli europei la ascoltano in media 3 ore al giorno. Meno costosa della televisione, è un “mass media” che può raggiungere moltissime persone. La persistenza dell’informazione dipenderà comunque dalla ripetizione del messaggio pubblicitario.
Out Of Home (OOH) Consapevolezza, Lead Generation B2C Il canale OOH non è più limitato ai poster 4×3. Ora c’è una moltitudine di media OOH. Tuttavia, questo mezzo è ancora molto specifico per il B2C e solo in rari casi può essere utilizzato per indirizzare una specifica categoria di potenziali clienti.
Stampa Consapevolezza, Lead Generation B2C per la stampa del pubblico
B2B per la stampa aziendale
La comunicazione stampa non si limita alla pubblicità. La maggior parte dei giornali e delle riviste ora apre le proprie colonne al “contenuto del marchio”, ovvero agli articoli sponsorizzati.
Podcasts Consapevolezza, Lead Generation B2B I podcast sono diventati un canale di comunicazione a sé stante. È un mezzo in rapida crescita che deve ancora trovare il suo posto, ma è particolarmente adatto al B2B e (relativamente) economico da produrre.
Street marketing Consapevolezza B2C Le operazioni di street marketing sono un approccio interessante per raggiungere i consumatori dove si trovano. Si tenga presente che potrebbero essere necessarie autorizzazioni.

 


Une opération de street marketing organisée par Google Local Ads.

Un’operazione di street marketing organizzata da Google Local Ads.


Definire il contenuto del proprio piano di marketing a 360°

La prima cosa da ricordare sui contenuti è che devono essere adattati al canale. Al giorno d’oggi è impensabile considerare un piano di marketing a 360 gradi basato su un singolo messaggio.

Pertanto, conoscere la propria buyer persona è un prerequisito per selezionare i canali di comunicazione più appropriati. La definizione della buyer persona è un possibile output di ricerche di mercato. Quest’ultimo permetterà anche di conoscere meglio le esigenze di ogni target. In questo modo si definiscono i contenuti che si ritengono più probabili interessare i target.

Lanciare il podcast del proprio brand

Un piano marketing a 360 gradi in 5 step per le piccole imprese

Per le piccole e medie imprese che desiderano gettare le basi per un piano di marketing a 360 gradi, consigliamo i seguenti passaggi:

  1. Avviare un blog e pubblicare 1 articolo a settimana di 700 parole in media
  2. Pubblicare i proprio contenuti su LinkedIn dalla pagina del profilo
  3. Aggiungere un collegamento a un podcast e fare un episodio al mese
  4. Creare una newsletter mensile per costruire un pubblico fedele
  5. Investire qualche centinaio di euro in pubblicità mirata su Facebook/Instagram (B2C) o LinkedIn (B2B) per aumentare la copertura

È necessario implementare un piano marketing a 360 gradi?

Non tutte le aziende possono implementare una strategia di marketing a 360 gradi. Questo tipo di strategia richiede l’allocazione di risorse ad attività che ripagheranno solo a lungo termine. Il ROI (Return On Investment) delle attività di comunicazione a tutto campo è basso. Pertanto, in alcuni casi è preferibile concentrarsi su canali specifici

Se vuoi sviluppare il proprio inbound marketing, il primo canale da attivare è il blog. Questo supporto richiede solo tempo (il proprio) per prosperare. Ci sono anche offerte per scrivere questo contenuto se non si ha tempo.

Consigliamo di abbinare il blog a un podcast di marca (podcast B2B). Ciò consentirà di ottenere alcune sinergie tra i 2 media riutilizzando i contenuti audio del proprio blog. Se siete nel B2B, distribuite i contenuti su LinkedIn (si veda qui la nostra ricerca sui fattori che condizionano la viralità su LinkedIn). Nel B2C, Facebook (e Instagram se i prodotti sono visivi) i social network essenziali sono.

 

Tag:

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *