Earn money by answering our surveys

Register now!

SEO: 5 motivi per non far scrivere il tuo lavoro da altri

Earn up to 50€ by participating in one of our paid market research.

Register now!

Avere altri che scrivono i tuoi contenuti è allettante quando non hai tempo per occuparti del tuo blog o dei tuoi social network. Il contenuto è la linfa vitale dell’inbound marketing. Purtroppo, spesso mancano tempo e disciplina. Quindi, a volte siamo tentati di assumere un copywriter. L’ho provato sulla mia pelle, ed è un’idea terribile. In questo articolo ne spiegherò il motivo, e parlerò anche dell’offerta che abbiamo sviluppato per risolvere alcuni dei problemi che abbiamo riscontrato.

Ho scritto più di 4000 articoli per questo blog 3 volte a settimana. E arriva il momento in cui vorresti fare un salto di qualità per aumentare il pubblico sul tuo sito. Non ci sono 50 soluzioni per raggiungere questo obiettivo: devi pubblicarne di più. Idealmente, sarebbe meglio se pubblicassi ogni giorno. Questo diventa un lavoro a tempo pieno e la tentazione di esternalizzare questo carico di lavoro diventa grande. Piattaforme come Fiveer o Upwork sono piene di scrittori freelance pronti a scrivere un articolo per 50€. Ho fatto un test e ho scritto 3 articoli (in inglese) su argomenti relativi ai dati. Ho scelto 3 freelance che si sono presentati come esperti di informatica.

Da ricordare

  • Per creare un pubblico e attirare traffico sul tuo sito, devi pubblicare regolarmente, almeno una volta alla settimana
  • C’è un solo obiettivo nella produzione di contenuti: attirare un pubblico e, a sua volta, backlink e clienti
  • Privilegiare il prezzo rispetto alla qualità ti consentirà, nel migliore dei casi, di mettere online una sintesi di informazioni già esistenti.
  • La ricetta per ottenere i backlink è semplice: sviluppare un punto di vista originale o pubblicare dati inediti
  • Abbiamo sviluppato un’offerta che permette, con un budget contenuto, di studiare il tuo mercato B2B e di produrre dati e statistiche al 100% inediti.

Nessun punto di vista originale o controverso

Ecco la prima cosa che mi è saltata in mente quando ho ricevuto gli articoli che avevo ordinato da Upwork. Gli articoli erano raccolte di informazioni trovate altrove. Mancavano di originalità e non riflettevano la personalità dell’autore.

Non sto dicendo che sia inutile. Penso che un buon posizionamento sulle parole chiave sia solo un sottoprodotto dell’originalità dei tuoi contenuti. Le informazioni sono sempre più numerose; è sempre più difficile sintetizzare. Ma se si vogliono attirare potenziali clienti, soprattutto in un contesto B2B, si ha bisogno di contenuti “shock”. Si deve lasciare un segno con un punto di vista originale o addirittura controverso. Grazie alla creatività, i backlink seguiranno ad attirare l’attenzione.


Un buon posizionamento sulle parole chiave è solo un sottoprodotto dell’originalità dei tuoi contenuti.



Nessuna nuova cifra

La realtà del web è che i creatori di contenuti sono sempre alla ricerca di nuove informazioni, inclusi dati e statistiche del settore. La produzione di statistiche e cifre a supporto dei tuoi contenuti dovrebbe essere una priorità assoluta. Tuttavia, lo sforzo richiesto per questo approccio è chiaramente al di là di quello che si può fare con 100€ o 200€.
Condurre ricerche di mercato e trarne nuove statistiche richiede uno sforzo significativo e competenze che vanno anche oltre la semplice scrittura.

Le 3 proposte di articoli mi sono arrivate citate figure prodotte o compilate da altri. Alcune statistiche vengono ripetute così spesso che viene da chiedersi da dove provengano.

Contattaci per ottenere statistiche uniche sul tuo mercato

Questa osservazione ci ha portato a sviluppare un’offerta che permette a un budget contenuto di condurre un’indagine sul vostro mercato ed estrarre approfondimenti numerici del tutto nuovi. Queste cifre forniscono quindi il materiale per creare contenuti e potenzialmente interessare i media.



Collegamenti ai siti dei tuoi concorrenti

Se c’è una cosa a cui prendo attenzione quando scrivo un articolo, non è mai citare un concorrente, per non parlare di link al loro sito.

Dal momento che i titolari dei diritti d’autore sulle piattaforme freelance non ti conoscono, non si preoccuperanno di queste precauzioni. La raccolta di informazioni che prepareranno per te, la prenderanno felicemente dalle risorse dei tuoi concorrenti. E non è escluso che tu dia, contro la tua volontà, credito a coloro che vuoi combattere.

Presta attenzione ai collegamenti interni!

Il collegamento interno è essenziale per la SEO. I link interni più rilevanti saranno sempre prerogativa della persona che ha scritto la maggior parte dei contenuti. Quindi, come puoi aspettarti che un estraneo sappia a quali articoli interni puntare?



Nessuno conosce la tua attività e i tuoi obiettivi meglio di te

La creazione di contenuti dovrebbe avere un obiettivo aziendale specifico. Non dovresti produrre contenuti per persone che non saranno mai futuri clienti. Ogni minuto che dedichi alla scrittura di contenuti dovrebbe aumentare la consapevolezza tra i tuoi obiettivi di marketing. Un creatore di contenuti esterno avrà molte più difficoltà a incorporarlo nella scrittura di contenuti rispetto a te.

Nessun contenuto scritto con un obiettivo di marketing inbound è veramente neutro. Pertanto, esternalizzare la produzione di contenuti implica che tu definisca i tuoi obiettivi con precisione in anticipo. Tuttavia, questi obiettivi non sono espressi solo in termini di parole chiave.

article Le Soir RGPD

La prima pagina del quotidiano nazionale belga Le Soir è stata dedicata il 6 dicembre 2019 a uno studio che avevamo condotto sugli effetti del GDPR.

Un obiettivo che potresti perseguire sarebbe quello di ottenere il tuo contenuto raccolto dai media. Se pensi che questo sia impossibile, ti sbagli. Nel corso degli anni, molti dei contenuti che ho prodotto per il mio blog sono stati ripresi dai media, a volte in prima pagina. Ad esempio, la mia ricerca sugli effetti del RGPD è stata pubblicata sulla prima pagina di un quotidiano nazionale.


Perché la creazione di contenuti ti consente di sviluppare le tue conoscenze

I creatori di contenuti sono una speranza rara. Il 99,9% delle persone intorno a te consuma contenuti ma non li crea. Eppure, secondo me, scrivere contenuti è un vero privilegio. I vantaggi della creazione di contenuti (testo, podcast, video) vanno ben oltre la SEO.

Creare contenuti significa anche creare valore per te stesso. Creando contenuti, imparerai cose nuove, le strutturerai e svilupperai il tuo punto di vista. Questo processo è arricchente. Allora perché dare agli altri il privilegio di sviluppare la loro conoscenza piuttosto che la tua?

È del tutto possibile combinare il tuo normale carico di lavoro in una certa misura. È una questione di disciplina. Scrivere un articolo a settimana è alla portata di chiunque. Devi volerlo.

 

 

 

Author: Pierre-Nicolas Schwab

Pierre-Nicolas ha un dottorato in marketing e dirige l'agenzia di ricerche di mercato IntoTheMinds. I suoi principali campi di interesse sono BigData, e-commerce, commercio locale, HoReCa e logistica. È anche un ricercatore di marketing all'Université Libre de Bruxelles e serve come coach e formatore per diverse organizzazioni e istituzioni pubbliche. Può essere contattato via email, Linkedin o per telefono (+32 486 42 79 42)

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *