Earn money by answering our surveys

Register now!

Coding Park introduce i bambini alla programmazione [Podcast].

Earn up to 50€ by participating in one of our paid market research.

Register now!

Coding Park è una piattaforma interattiva che permette ai bambini di imparare a programmare. Le sue due “menti”, Amine Lajmi e Adrien Elkaim, ci hanno parlato dello sviluppo di Coding Park e delle loro ambizioni per il futuro. La start-up è vincitrice della classifica 2021 della rivista economica francese Challenges.

Sommario

 

L’idea di marketing da conservare assolutamente

Il segmento di mercato a cui inizialmente si rivolgevano i fondatori di Coding Park (scuole pubbliche) non si è dimostrato promettente. Furono le scuole private ad essere sedotte più rapidamente. L’offerta di Coding Park ha permesso loro di differenziarsi. Un altro vantaggio essenziale di questo segmento è il tempo di decisione. Mentre nel settore pubblico i tempi decisionali sono lunghi e scanditi da procedure amministrative; le strutture private possono prendere decisioni più rapidamente e soddisfare le esigenze di cassa delle start-up.

Quando presentate il vostro prodotto ai potenziali clienti, considerate di spiegare come li differenzia e guadagna quote di mercato. Rendete il vostro prodotto una componente chiave del successo aziendale dei vostri clienti.


icône expérience entrepreneuriale et chiffres-clés

Capitolo 1: Coding Park in 1 cifra chiave

Il numero scelto da Amine e Adrien per illustrare il loro successo è 10.000, il numero di iscritti a Coding Park dal lancio nel 2019. La crisi del Covid ha aiutato la crescita. Con i lockdown, i genitori hanno dovuto infatti trovare un’occupazione per i loro figli. Le piattaforme di apprendimento online sono state una soluzione popolare per i genitori per tenere occupati i loro bambini quando le lezioni sono state interrotte.

Coding Park è una Edutech, ovvero un’azienda specializzata nella didattica attraverso un prodotto digitale. Coding Park consente ai più giovani di imparare a programmare attraverso un’interfaccia giocosa in cui Cody, il personaggio principale, è l’eroe. Il bambino apprende le istruzioni di base (simile a Python) e può così muovere i primi passi con delicatezza grazie a un “mini-linguaggio”, più flessibile nelle regole di sintassi.



genèse de l'idée entrepreneuriale

Capitolo 2: la genesi dell’idea imprenditoriale

Nel 2015, Jabier Martinez e Amine Lajmi, entrambi dottori di ricerca in informatica, hanno trovato in Coding Park l’opportunità di portare la loro esperienza, precedentemente riservata alle applicazioni di modellazione e simulazione industriale, nel campo dell’istruzione. Da più di dieci anni, i due fondatori progettano pseudo linguaggi che nascondono la complessità dell’informatica pur essendo di facile utilizzo da parte di utenti non tecnici. L’idea poi è venuta naturale di proporre questo know-how ai bambini sotto forma di piattaforma e-learning.

Coding Park può essere utilizzato dopo una prima esperienza con Scratch. È un’introduzione al “pensiero al computer”. quest’ultimo “linguaggio” utilizza il drag & drop dei “blocchi” funzionali. Grazie a Scratch, il bambino può già comprendere il principio delle bocche e delle condizioni. Con Coding Park il bambino può fare un passo in più poiché diventa necessario “scrivere” il codice. Le possibilità si fanno più numerose, e grazie al “mini-linguaggio” il bambino non rischia di farsi scoraggiare dagli orrori degli errori di sintassi.

“Fai finte finché non ce la fai”

Questa espressione è spesso usata nel mondo delle start-up. Il prodotto viene spesso “venduto” ai potenziali clienti come finito quando solo in fase di prototipo. È solo al momento del primo ordine che avviene la fase di finalizzazione.

“Fai finta che ce la fai” è, quindi, un’espressione che nasce dalla necessità di avere una conferma della richiesta del mercato prima di andare oltre nella concretizzazione del progetto.

Ricordiamo che il prototipo è uno dei primi passi nella nostra metodologia di ricerca di mercato.


validation de l'idée entrepreneuriale

Capitolo 3: Confermare l’idea imprenditoriale

L’idea è stata confermata alla fiera Start-up For Kids all’Ecole 42 a fine 2018 (3 anni dopo l’inizio del progetto lo stesso). La fiera ha proposto alle start-up di venire a far testare i propri prodotti da un vasto pubblico di famiglie e insegnanti. La piattaforma era quindi solo nella versione beta. Tuttavia, l’entusiasmo dei bambini per l’universo e il feedback molto positivo degli insegnanti, hanno convinto Amine e Jabier a lanciarsi nell’avventura.

Il primo cliente è arrivato dopo questa fiera nel 2018. Le fiere dedicate alle famiglie sono un modo efficace per far conoscere le start-up e Coding Park non fa eccezione.

All’epoca, il prodotto era ben lungi dall’essere finito (“Fai finta finché non ce la fai”, come dice Amine durante il Podcast), ma nonostante tutti gli insegnanti, i bambini e i genitori erano entusiasti.


Il feedback degli insegnanti è molto importante. Pensavamo che [Coding Park] fosse fantastico, ma senza un feedback onesto da parte degli utenti, non potevo correre il rischio [di iniziare].

Amine Lajmi


démarrage de la startup

Capitolo 4: come iniziare

Il lancio ufficiale di Coding Park ha seguito il primo feedback positivo di Start-up 4 Kids. Adrien si è unito al team per supportare lo sforzo di vendita e in particolare ha ottenuto dalla città di Issy-les-Moulineaux (periferia di Parigi) di testare Coding Park direttamente nelle scuole.

Adrien si è reso conto che gli insegnanti sono consapevoli dell’importanza della programmazione nel mercato francese ma non sono ancora in grado di insegnarla. Questo è stato un vincolo essenziale nella fase di avvio, poiché si è reso necessario accompagnare il cliente. La presenza di un membro del team in loco era un must per il decollo dell’attività.


Nel mercato francese, gli insegnanti sono consapevoli dell’importanza della programmazione ma non sono ancora in grado di insegnarla.


L’altra grande lezione di questa fase di avvio è stata che il settore privato era più reattivo del settore pubblico. Le scuole private hanno potuto proporre attività di programmazione ai propri studenti grazie a Coding Park. In tal modo, si sono differenziati e sono stati in grado di giustificare le tasse ai genitori.

Consigli per la vostra start up

La conferma della vostra idea di business può essere fatta in condizioni reali in una fiera. Se possiedi il prototipo, fate come Adrien e Amine: rendetelo disponibile ai vostri futuri utenti e osservate le loro reazioni.

Oltre ai contatti commerciali che ciò potrebbe portarvi, questa fase di test a grandezza naturale migliorerà rapidamente il prodotto. Il feedback dei nuovi utenti è preziosissimo per rilevare tutti i difetti di un sistema che è impossibile vedere quando si ha “la testa nel manubrio”.


phase de décollage de l'entreprise

Capitolo 5: Decollo

Coding Park ha dimostrato l’idoneità al mercato del prodotto e ha generato entrate sufficienti per stabilire la redditività del modello. La start-up è stata ben aiutata dall’emergenza Covid, che ha lasciato molti genitori sconvolti durante i successivi lockdown.

Un sussidio è stato concesso da BPI France, che ha permesso di realizzare utilizzando le prime assunzioni. La sede è stata inoltre trasferita in un incubatore specializzato in industrie culturali e creative, Le Cargo.

Coding Park ha puntato a livello internazionale durante il primo anno di incubazione, in particolare partecipando alla fiera commerciale Bett UK. Fu lì che individuarono nuove leve di crescita. Il mercato inglese era più ricettivo e accessibile rispetto al mercato francese.


le futur de la startup

Capitol 6: il futuro

L’ambizione del team di Coding Park è quella di diventare un attore chiave nell’insegnamento divertente dell’informatica a bambini e ragazzi. La raccolta di fondi rimane un passo fondamentale per raggiungere questo obiettivo. Attualmente servono 300.000€ per moltiplicare i canali distributivi e rafforzare la presenza internazionale.

Un Podcast per aiutarvi a sviluppare la vostra start-up

Il podcast “Imprenditoria e marketing” ripercorre le diverse fasi della vita di una promettente start-up. Identificando gli elementi critici di successo in ogni fase dello sviluppo della start-up, vi aiutiamo a trovare soluzioni per la vostra azienda.

Il Podcast è diviso in capitoli da 4 a 6 minuti. Ogni capitolo è dedicato a un tema specifico o a una fase di sviluppo. Potete ascoltare l’intero Podcast o scegliere di ascoltarne solo una parte selezionando direttamente quello che vi interessa di più. Potete trovare anche la versione video dell’intervista sul nostro canale YouTube.

Illustration images: shutterstock

Tag:

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *