Earn money by answering our surveys

Register now!

Metaverso: 9 nuovi posti di lavoro con del potenziale

Earn up to 50€ by participating in one of our paid market research.

Register now!

Che il metaverso diventi una realtà condivisa da tutti gli esseri umani o meno, sarà senza dubbio un nuovo canale di comunicazione. Questo ambiente costringerà le aziende a creare nuovi posti di lavoro. In questo articolo, condividiamo i nostri pensieri sull’argomento sulla scia delle sfide etiche e legali poste dal metaverso.

 

Lavori futuri nel metaverso Già esistente? Potenziale di sviluppo (1: potenziale limitato, 5: potenziale significativo)
Progettista dell’ambiente nel metaverso Sì, nel settore dei giochi 4
Esperto di pubblicità nel metaverso No, ma molti esperti di pubblicità online potrebbero sviluppare competenze specifiche nel metaverso 5
Specialista in dati biometrici La biostatistica esiste già ma non è ancora applicata ai dati che potrebbero essere raccolti tramite il metaverso 5 se i caschi per la realtà virtuale sono dotati di funzionalità di eye-tracking
Costumi No 2
Reclutatore di avatar No 2
Esperti di VR Oui 5
Etica del Metaverso No, ma è una logica estensione del lavoro dell’etico digitale 1
Avvocato del metaverso Alcuni avvocati cominciano a interessarsi all’argomento. 4
Esperti nello Smart contract 5

 


Progettista dell’ambiente nel metaverso

Di per sé, questa professione esiste già. I mondi virtuali che già percorriamo in 2D (o più raramente in 3D) devono essere già progettati da specialisti. La maggior parte di questi specialisti è attualmente nel settore dei giochi.
La divulgazione del metaverso renderà queste abilità essenziali per più settori.

Intrattenimento, bellezza, moda e vendita al dettaglio saranno probabilmente i primi settori a sperimentare il metaverso nella loro strategia di marketing. Avranno bisogno di esperti per dare vita alla loro visione del metaverso. Inizialmente, questo sarà probabilmente fatto esternalizzando il lavoro, ma alla fine le competenze dovranno essere portate internamente.


Esperto di pubblicità nel metaverso

La pubblicità è un settore che rischia di essere sconvolto dal metaverso. Resta tutto da esplorare in questo campo, anche se la pubblicità indiretta è già stata realizzata in universi virtuali come i videogiochi.

La mobilitazione di tutti i sensi in un universo virtuale porterà senza dubbio a nuove, ancora sconosciute, espressioni pubblicitarie.

Per questo motivo, riteniamo che una specializzazione legata alla pubblicità nel metaverso si svilupperà negli anni a venire. Questa specializzazione si svilupperà parallelamente agli altri canali (TV/Radio, Out Of Home, Social Network, …) e dovrebbe acquisire importanza con l’aumentare del numero di utenti


Specialista in dati biometrici

Uno dei motivi per cui Mark Zuckerberg vede il metaverso come il futuro di Meta è che il visore perla realtà virtuale offre nuove possibilità per il monitoraggio della pubblicità. Finora una campagna pubblicitaria online poteva essere ottimizzata tramite A/B testing. Le variabili implicite sono state utilizzate per ottimizzare la campagna e far tendere l’utente di Internet al comportamento desiderato.

Il visore per realtà virtuale offrirà nuove possibilità per misurare le variabili biometriche, in particolare il movimento degli occhi. Questa capacità di tracciare gli occhi su larga scala porterà la pubblicità in una nuova era. Potremo conoscere su ampi campioni di popolazioni e come gli utenti reagiscono agli stimoli pubblicitari in tempo reale.

Tuttavia, dovremo essere in grado di analizzare questi dati e collegarli ai mondi virtuali visitati. Pertanto, potremmo assistere all’emergere di una specializzazione sui “dati biometrici” tra i data scientist.


Costumi

Il mercato degli accessori per avatar non è un sogno. È già una realtà grazie a NFT e i giocatori sono abituati da tempo all’acquisto di oggetti e servizi virtuali.

Se il metaverso prende piede, possiamo immaginare che tutti vorranno adottare un look che rispecchi le proprie aspirazioni. I marchi di moda non hanno aspettato che il metaverso si diffondesse e Gucci, ad esempio, ha venduto alla NFT una borsa per più della sua versione attuale.

Vestirsi nel metaverso, tuttavia, può richiedere abilità tecniche speciali. Ecco perché pensiamo che la professione di “costume” potrebbe svilupparsi per personalizzare l’aspetto del tuo avatar e costruirne il guardaroba digitale.


Reclutatore di avatar

Il metaverso non sarà generalizzato all’intera popolazione (vedi la nostra analisi qui). Tuttavia, attirerà utenti i cui profili potrebbero essere di interesse per le aziende.

Dal momento che il metaverso diventerà un canale di interazione come un altro, possiamo immaginare che le persone si specializzeranno nel reclutamento tramite avatar. Allo stesso modo in cui sono necessarie abilità speciali per avvicinarsi ai candidati nel mondo reale, alcuni potrebbero sviluppare competenze nelle operazioni di reclutamento nel metaverso.


Esperti di VR

Il metaverso potrebbe essere interamente sperimentato con la realtà virtuale (o VR). Potrebbero anche essere create versioni di realtà aumentata, più accessibili.

In entrambi i casi, queste tecnologie richiederanno competenze molto specializzate. Se il metaverso prende piede, ci sono buone probabilità che questa esperienza manchi. Profilarsi come esperto di realtà virtuale è, quindi, una nicchia che sembra promettente. In termini di realtà aumentata, la difficoltà è più ridotta. Molti prodotti di consumo ne stanno già approfittando, come questa bottiglia di vino.


Etica del Metaverso

Ogni progresso tecnologico solleva la sua quota di questioni etiche. Il metaverso non fa eccezione. Ne abbiamo analizzati una serie in questo articolo. Allo stesso modo in cui gli algoritmi di raccomandazione hanno sollevato il timore della creazione di una bolla di filtro, il metaverso ci costringerà a mettere in discussione la nostra vita nel mondo virtuale.

Questa professione rimarrà probabilmente riservata, con le aziende che antepongono i propri interessi agli utenti. I dati biometrici sono una classe di dati difficile da ottenere e con un grande potenziale per migliorare gli algoritmi. Pertanto, la tentazione sarà vitale per cercare di ottenerli con tutti i mezzi prima di autoregolarsi.


Avvocato del metaverso

Sulla scia delle sfide etiche poste dal metaverso, emergeranno una serie di questioni legali. È improbabile che gli stati legiferaranno rapidamente su questi temi. Tuttavia, le aziende dovranno sviluppare competenze interne per affrontare i problemi che potrebbero sorgere nel metaverso. Dovranno anche anticipare i rischi legali che potrebbero, ad esempio, derivare da comportamenti devianti nei loro mondi


Esperti nello Smart Contract

Gli smart contract sono per il metaverso e la blockchain ciò che i contratti cartacei sono per il mondo reale. La costituzione di uno smart contract richiede specifiche conoscenze legali e tecniche che al momento sono molto rare sul mercato. Gli avvocati si stanno già posizionando in questa nicchia emergente. Le aziende avranno però bisogno di specialisti interni perché lo “smart contract” diventerà, con la blockchain, una componente essenziale delle transazioni e, quindi, della vita delle aziende.


 

 

Tag:

Author: Pierre-Nicolas Schwab

Pierre-Nicolas ha un dottorato in marketing e dirige l'agenzia di ricerche di mercato IntoTheMinds. I suoi principali campi di interesse sono BigData, e-commerce, commercio locale, HoReCa e logistica. È anche un ricercatore di marketing all'Université Libre de Bruxelles e serve come coach e formatore per diverse organizzazioni e istituzioni pubbliche. Può essere contattato via email, Linkedin o per telefono (+32 486 42 79 42)

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *